Anniversari e scongiuri: l’ultimo viaggio di Lenin.

Lenin, si sa, ha viaggiato molto nel corso della sua vita, tra esilio, emigrazione e rivoluzione. E a differenza di molti altri, ha avuto l’opportunità di viaggiare anche dopo la sua morte: lo ricorda oggi il sito web di Snob, la rivista del miliardario russo Prohorov. Esattamente 70 anni fa, il corpo del padre dell’Ottobre fu segretamente rimosso da Mosca e portato a est, Tyumen, la città più antica di Siberia. A deciderlo fu Stalin in persona. Era il 3 luglio 1941, i tedeschi erano alle porte, e cominciava l’evacuazione della capitale russa di aziende, istituzioni e popolazione civile verso Urali, Siberia e Asia centrale. Così toccò anche al Mausoleo sulla Piazza Rossa, e al suo contenuto, che a Tyumen restò durante tutta la guerra. Alla sfilata del 7 novembre  1941, il “piccolo padre” parlò dal podio sotto le mura del Cremlino poggiando i piedi sul mausoleo vuoto. Vogliamo ricordarlo anche noi per scaramanzia, sperando ci porti bene per il prossimo viaggio nel Grande Est – da vivi.

(foto: Itar Tass, http://www.snob.ru)

Leave a comment

Filed under Russia/ ex Soviet Space

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s