Politkovskaya, nuova puntata

Nuova puntata nel processo Politkovskaya: si è dichiarato poco fa innocente Dmitri Pavliuchenkov, ufficiale di polizia fermato l’altro ieri a Mosca perché sospettato di essere l’organizzatore del delitto, quello che ha assegnato i ruoli alle comparse – i tre fratelli ceceni Mahmudov – e le ha armate. Oggi il tribunale Basmanny di Mosca, che sta vicino casa mia, deciderà sull’arresto – vi aggiornerò. Secondo gli inquirenti il fermo è una svolta decisiva nelle indagini: anche il nome del mandante sarebbe vicino. Ma colleghi della giornalista e difensori dei diritti umani restano scettici… Ne ho scritto per il Messaggero (lo trovate su Lettera 22 insieme agli altri miei articoli sul caso Politkovskaya). Ad ogni modo, quello che tutti si chiedono oggi è se la “svolta” annunciata serva a preludere a un altro annuncio sensazionale da parte degli investigatori, diffuso al momento giusto (è partita la campagna elettorale in Russia, e di mezzo potrebbe esserci anche il “legalista” Medvedev) oppure si rivelerà una bufala come al solito e si dovrà ricominciare daccapo. In entrambi i casi, da colleghi e amici della giornalista ma soprattutto da parte dei difensori dei diritti umani russi c’è pessimismo sul fatto che si possa arrivare ala verità, cioè al vero mandante dell’assassinio.

Il disegno-illustrazione è dell’artista finlandese Teemu Maki (teemumaki.com), parte dell’installazione Chechnya in Putinist Russia

Leave a comment

Filed under Northern Caucasus, Russia/ ex Soviet Space

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s