La “rivoluzione della neve”

La foto è tratta dal sito di Radio Echo Moskvy

E’ mezzanotte passata in Russia, e a sud sui monti del Caucaso, oltre i confini di mamma Mosca, un migliaio di persone si appresta a passare la notte sotto la neve. Tra tende e bivacchi, per reclamare il proprio voto che dice “rubato”.  La piazza è Tskhinvali, capitale della piccola regione separatista georgiana proclamatasi indipendente dopo la guerra dell’agosto 2008 con la Georgia. Il copione, inatteso, quello di… una contro-rivoluzione, o cosa? Sotto le tende, i supporter della candidata alla presidenza Alla Dzhioieva uscita vincitrice dalle elezioni del 27 novembre contro il candidato appoggiato da Mosca Bibilov (ma anche lei filorussa, e politica di lungo corso, non certo rivoluzionaria), poi annullate dalla Corte Suprema locale. Nuove elezioni a marzo, ma la Dzhioieva stavolta non potrà nemmeno partecipare. Per l’opposizione al presidente Kokoity (l’uomo accusato di aver intascato praticamente tutti i miliardi di aiuti inviati da Mosca per ricostruire la regione dopo il conflitto), è davvero troppo. A 3 anni dallo scontro Mosca-Tiblisi sul proprio corpo, l’Ossezia del Sud vuole uscire dal limbo. Mosca – in pratica l’unico paese ad aver riconosciuto l’indipendenza sud osseta – c’entra in pieno, è ovvio, ma non pensate sia semplice. Gli osservatori russi avevano giudicato corretto il voto, anche al secondo turno. Domani l’inviato del Cremlino sbarcato oggi a Tskhinvali (già) tornerà a colloquio con Dzhioieva, che ha già annunciato: non mollerà. La tensione si alza, tank e forze antisommossa schierate. Sembra lontanissima, Tskhinvali, da Mosca – e insignificante. Eppure molti russi stasera tengono fissi gli occhi proprio laggiù, come un presagio di quel che potrebbe accadere in Russia domenica. Non la rivoluzione certo, ma la guerra dei numeri a colpi di tribunali, magari sì. E il segno di uno strano risveglio. Buonanotte. E buona nevicata.

Leave a comment

Filed under Russia/ ex Soviet Space

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s