Madonna, Madonnina… pensaci tu.

“Madonnina, caccia Putin” avevano invocato le 3 pussy nel Duomo di  Mosca a febbraio. Intendevano proprio lei, la Madonna del pop? L’atmosfera si scalda sempre più quaggiù intorno al caso del trio punk femminista…ancora le mie cronache dall’aula (ne ho scritto anche per La Stampa e il Messaggero): le ragazze hanno preso la parola per l’ultima volta, facendone una questione generazionale. Ma il silenzio rischia invece di cadere intorno agli arrestati nei disordini alla manifestazione del 6 maggio contro il ritorno di Putin al Cremlino – non vi distraete.

ANSA/ RUSSIA: PUSSY RIOT ALLA SBARRA, CONTRO ‘SISTEMA PUTIN’
SENTENZA IL 17.’PROCESSO STALINIANO’,IN AULA CITANO SOLZHENYTSIN
(Lucia Sgueglia) (ANSA) – MOSCA, 8 AGO – “Un processo staliniano” che le vede “allieve e discendenti dei dissidenti sovietici”, vittime del “sistema Putin”. Ultima parola prima della sentenza annunciata per il 17 agosto, oggi al tribunale Khamovniki di Mosca, per Nadia Tolokonnikova (22), Katya Samutsevich (29) e Maria Aliokhina (24), il trio punk Pussy Riot sotto processo per una dissacrante preghiera anti Putin nella Cattedrale di Mosca, giudicata blasfema dai vertici ortodossi e offensiva da molti fedeli, pure contrari a una pena detentiva per le autrici. In detenzione preventiva da 5 mesi, rischiano 3 anni di carcere per “teppismo motivato da odio religioso” . In quello che ormai è un caso internazionale, un nuovo “affaire Dreyfus” nelle parole del direttore di radio Echo di Mosca Alexei Venediktov. Dopo la cantante Madonna in tour in Russia, oggi a spezzare una lancia a loro favore anche l’italiano Vasco Rossi e Yoko Ono, vedova di Kohn Lennon, che dal suo Twitter si è rivolta direttamente a Putin: “Siete una persona saggia, conservate i posti in prigione per i veri criminali”. “Preoccupazione” per il caso anche da Berlino per bocca di Georg Streiter, vice-portavoce della cancelliera Angela Merkel, mentre 120 deputati del Bundestag hanno inviato una lettera aperta in merito all’ambasciata russa.

“Siamo in un sistema politico autoritario, ma io noto ora una falla in questo sistema – ha detto Tolokonnikova dalla gabbia di vetro, indosso una maglietta blu con un pugno alzato e la scritta “No Pasaran!”. Citando Montaigne, Socrate e Alexander Solzhenytsin sulla libertà di espressione: “Credo che le parole distruggano il cemento. Non siamo sconfitte, tutto il mondo parla di noi”. Applausi in aula, repressi dalla giudice Marina Sirova: “non siamo a teatro”. Richiami al processo contro il poeta Brodsky e al Vangelo per Aliokhina: “Criticando Putin non intendiamo lui come persona, ma lui come sistema, la verticale del potere”, ha spiegato dicendosi preoccupata dalla “massa amorfa” dei cittadini. La prigione le pare “una Russia in miniatura”. “Non ho paura di voi. Potete incarcerarmi, ma la mia libertà interiore vivrà sempre”, ha concluso. Samutsevich si è scagliata invece contro l’ “accordo sussistente da tempo tra chiesa russa e potere, che noi abbiamo violato con la nostra performance”. Tre fermi tra i fan della band fuori dall’aula. Gli avvocati della difesa hanno lanciato via Internet una mobilitazione globale per il 17 agosto alle 14, un’ora prima del verdetto. Il cui ritardo sembra suggerire un certo imbarazzo nei vertici. Intanto è stata prolungata fino a novembre la detenzione di Dennis Lutskevich, uno dei 14 arrestati nei disordini del 6 maggio nella manifestazione contro la rielezione di Putin al Cremlino. Anche loro rischiano anni di galera: ma saranno giudicati tutti separatamente,  si è saputo oggi. Secondo gli avvocati, per evitare un altro processo politico-show che potrebbe rivelarsi un boomerang per il potere.

(Nella foto, Putin al monastero sull’isola di Valaam)

COLONNA SONORA: Rebel Girl. Non dimenticate da dove vengono le Pussy Riot – dicono di ispirarsi, tra arte, musica e attivismo, al modello delle Riot Girrrls, le Guerrilla Girls e dal gruppo Bikini Kill. Il resto è humus russo.

1 Comment

Filed under Mass, Culture & Society, Russia/ ex Soviet Space

One response to “Madonna, Madonnina… pensaci tu.

  1. cosmo nauta

    Come creare dal nulla una notizia globale, tre ragazzine sconosciute al mondo intero diventano delle icone per aver cantato e ballato per un paio di minuti in una chiesa di Mosca, che il TG3 è riuscito a tramutare in sconsacrata in una delle sue quotidiane puntate. Certo che da noi la libertà è presa in considerazione, abbiamo un governo non eletto che passa il tempo a cambiare la costituzione, giornalisti che ci raccontano di come gli americani per non offendere i musulmani l’hanno buttato in mare, banche salvate con i soldi delle tasse in tutto il mondo, un esercito privato mandato a combattere in Siria dopo la libia, le economie di 5 paesi in europa vicino al collasso per le politiche della banca centrale e dell’IMF, una possibile escalation del conflitto nel medio oriente con Israele che non vede l’ora di entrare in azione per allargare le frontiere, vedi acqua e petrolio, e noi ci ritroviamo a parlare di madonna e di fighette rivoltose a mosca, ma per cortesia.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s