E i russi fanno coming out.

afisha

Russian magazine Afisha last Gay Issue: such a cover, first time in history of russian print media…

Assente da tempo immemorabile, lo so. Per ragioni importanti – farò coming out appena possibile. Intanto, il coming out lo fanno i russi, a sorpresa: nella foto la copertina dell’ultimo numero, uscito oggi, della rivista moscovita Afisha (tiratura: ca. 200mila copie), dedicata all’omosessualità. In uno dei paesi più omofobi al mondo, dove essere g,l,b,t, è ancora un tabù pesante (l’omosessualità era illegale nell’Urss e punita duramente, dal carcere all’elettroshock, fu depenalizzata solo nel 1993) e che di recente ha adottato una controversa legge contro la “propaganda gay”, cioè la possibilità di parlare dell’omosessualità in pubblico. Con 27 interviste e foto di russi che per la prima volta si dichiarano “diversi” in pubblico. Niente di eccezionale, direte. Se non fosse che siamo in Russia, e Afisha fa tendenza. E persino per il pubblico liberale e modaiolo del magazine, reduce in parte da un anno di proteste anti governo, è un piccolo shock. Dietro la copertina arcobaleno, all’interno del bisettimanale,  volti e voci “normali”, si fa per dire: professionisti e creativi (soprattutto della capitale, ma non solo), diverse coppie, benestanti middle class e dunque in qualche modo protetti dalla discriminazione più becera; ma anche un funzionario del comune di Mosca, un’infermiera e un dottore, un idraulico, e un sieropositivo. Tutti con il proprio nome e cognome – ma non tutti hanno accettato di farsi fotografare. Uno degli interventi più interessanti è dedicato al machismo “cirillico”, da non perdere. A fine gennaio l’ex giornalista di Ntv ed ex capo ufficio stampa del miliardario M. Prohorov, Anton Krasovsky, era stato licenziato da una piccola tv russa dopo esser venuto allo scoperto: “Sono gay, e sono un essere umano proprio come il presidente Putin” (lo racconta in un’intervista al giornale Snob). Oggi su Facebook lo stesso Krasovsky commenta la copertina-boom di Afisha chiamando “eroi” quelli che ci hanno messo la faccia: “In generale, ragazzi, c…o sa cosa accadrà. Forse, niente di buono per tutti noi. Ma qualcosa ne verrà fuori di sicuro. Grazie”. Prematuro? Vediamo intanto se tutte le edicole lo esporranno in bella vista, come fanno di solito per ogni nuovo numero del bisettimanale. Nel mio supermercato, per ora, la nicchia apposita sullo scaffale è vuota.

1 Comment

Filed under Uncategorized

One response to “E i russi fanno coming out.

  1. Reblogged this on Immaginario and commented:
    In certe cose solo la Russia è peggio di noi.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s